Progetto

Il Progetto OLEA

S Olive VerdiIl Progetto propone di attuare ricerche finalizzate allo sviluppo di mezzi e all’acquisizione di conoscenze indispensabili per la salvaguardia delle produzioni olivicole italiane e per la selezione di nuovi portinnesti clonali e varietà.

Obiettivi

Sono ritenuti strategici i seguenti obiettivi:

  • Analisi della sequenza e della struttura del genoma;
  • Caratterizzazione molecolare e fenotipica del germoplasma coltivato e spontaneo;
  • Identificazione e caratterizzazione dei geni coinvolti nei principali processi biologici;
  • Comprensione dei sistemi di regolazione dell’espressione genica implicati nel metabolismo della drupa e degli altri organi della pianta e nelle capacità adattative e riproduttive;
  • Sviluppo di marcatori molecolari associati a importanti caratteri agronomici;
  • Selezione assistita di nuovi genotipi e portinnesti adatti ai diversi modelli di olivicoltura del territorio italiano e con particolare riferimento ad aspetti quali: produttività e precocità di entrata in fruttificazione, resistenza ai principali parassiti (Bactrocera oleae) e patogeni (Verticillium dahliae e Spilocaea oleagina), adattamento dell’albero ai nuovi sistemi di coltivazione, miglioramento della qualità e del valore salutistico dell’olio e delle olive.

Attività

Sequenziamento del genoma

Il genoma (cv. Leccino) è stato sequenziato utilizzando approcci shotgun con piattaforme Illumina (75X) e Roche 454 (12X), combinando sequenze singole e sequenze “mate pair“.

Dalle analisi è emerso che il 55% del genoma è formato da sequenze ripetute (elementi trasponibili, 13% e tandem repeats 24%). E’ attualmente in fase di allestimento un database pubblico di sequenze ripetute di olivo.

Sono in corso le attività di assembling dei dati di sequenza e annotazione dei geni.

Analisi del trascrittoma

L’analisi dei trascrittomi di diversi organi (fiori, frutti, foglie e radici) ha permesso di rilasciare un’ampia collezione di trascritti (EST). Sono stati identificati tratti genetici che controllano la riproduzione, la qualità dell’olio, l’architettura dell’albero e la resistenza agli stress.

Sviluppo di nuovi marcatori molecolari

Tra i risultati del progetto è incluso lo sviluppo di nuovi marcatori molecolari per la caratterizzazione del germoplasma di olivo, quali gli SNPs e gli SSR polinucleotidici, basati su polimorfisimi presenti lungo la sequenza del genoma e anche su geni codificanti. Essi dovrebbero costituire un pool di strumenti di indagine ben più potente ed efficace rispetto ai marcatori attualmente impiegati, idonei per la genotipizzazione su larga scala, per la discriminazione tra cloni, per l’analisi molecolare dell’olio di oliva, ma anche per caratterizzare i genotipi dal punto di vista funzionale.

 

Lascia una risposta